giovedì 20 novembre 2008

Quattro passi al parco urbano

Domenica ho trascorso un paio d'ore la solito parco urbano di Forlì nella speranza di fotografare i pettirossi che son già arrivati da un paio di settimane. Tutti estremamente sospettosi, rimanevano a distanze purtroppo proibitive per il 100-400 quindi niente foto ma chi sa dove guardare riesce comunque a trovare soggetti interessanti.

Non è che si possano fare incontri speciali ma ogni tanto salta fuori qualche nuovo ospite del parco, come questo lucherino che faceva parte di un numeroso gruppetto: purtroppo tutti molto lontani e rintanati fra rami e canne.



Lungo il canale i soggetti abbondano e così mi son fermato per una buona mezz'ora ad osservare libellule, fra femmine che deponevano uova e maschi che scacciavano gli intrusi dal loro territorio.

Un bell'esemplare di Sympetrum striolatum.



Non solo le libellule hanno approffitato della bella giornata di sole, anche numerose rane verdi (identificate dagli amici di NaturaMediterraneo come molto probabile Pelophylax ridibundus) prendevano il sole sulle sponde del canale, per poi tuffarsi in acqua al mio passaggio e nascondersi in mezzo alle alghe.





Per finire qualche foto ai simpatici "ibridi" del parco ...












... e alle amate/odiate nutrie!







2 commenti:

  1. dopoilmattino.blogspot.com10 dicembre 2008 15:28

    Questo roditore è una nutria?

    bel pelo, se è lei, un tempo diventava pelliccia...

    anna maer

    RispondiElimina
  2. E' proprio una nutria, un tempo si facevano le famose pellicce di castorino. E' per questo che poi si sono diffuse sul nostro territorio in seguito a fughe da allevamenti e rilasci.

    RispondiElimina